Legend – Recensione

Quando ho saputo del secondo libro di Caraval mi chiedevo cosa potesse ancora succedere a Rossella Dragna, leggendo poi la trama avevo paura fosse una “copia” del primo. Essendomi piaciuto tantissimo il primo ho deciso di leggere anche questo per poter tornare in quel mondo magico in cui ogni anno si tiene Caraval. Durante la lettura ho però scoperto che il secondo libro è, se possibile, molto più bello del primo. A partire dalla protagonista (che ho adorato) e concludendo con i nuovi personaggi,la storia e gli avvenimenti è stata un’avventura bellissima che mi ha tenuta letteralmente attaccata al libro. Spero tanto che ne facciano un film perché sono davvero curiosa di vedere tutto ciò con i miei occhi e di non limitarmi solamente all’immaginazione. Ma passiamo adesso ad esaminare ogni aspetto!

Trama del libro
Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L’unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l’antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell’Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d’amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.

Legend

Stephanie Garber

Editore: Rizzoli

Data di pubblicazione: 13 Novembre 2018

Pagine: 469 + glossario

Prezzo: 18,00

COPERTINA: 5/5

Ho dato lo stesso voto alla copertina di Caraval ma, se devo essere del tutto sincera, questa mi piace anche di più e darei molto volentieri un 5+ come voto! Inizialmente non avevo notato il dettaglio dei petali all’interno del simbolo di picche ma una volta fatto, l’ho trovata una sciccheria e collegato ancora di più al famosissimo mago, Legend, amante per l’apponto delle rose rosse.

STORIA: 5/5

Tutta la magia di Caraval ha acquisito un nuovo, graditissimo sapore. Se nel primo libro c’è stato qualche attimo non del tutto lineare, in questo non c’era qualcosa che non quadrasse ma tutto era sempre coerente. Ovviamente ha aperto domande che spero vengano risposte nel terzo e ultimo libro, Finale. Ci sono stati, inoltre, alcuni avvenimenti che mentre leggevo pensavo “wow secondo me è cosi, speriamo sia davvero così” e alla fine con gioia le mie supposizioni sono state confermate e la gioia in me è regnata. Tuttavia di determinate cose la protagonista non si è resa conto ma, probabilmente è perché chi è all’interno di una situazione non riesce a vedere il quadro completo e spesso siamo influenzati dalle nostre emozioni che ci limitano e ci fanno vedere le cose in un determinato modo che “restringe” anche il campo.

PERSONAGGI: 5/5

Nella recensione di Caraval diedi una votazione di 4 su 5 per colpa della protagonista che non mi era piaciuta molto. In questa nuova storia ambientata nello stesso mondo ma con una protagonista diversa, anche la protagonista precedente (per quanto sia comparsa poco e niente) ha mostrato un lato nuovo e più interessante. La protagonista attuale è, per me, una ragazza fantastica: forte e ironica ma con le sue insicurezze come tutte le persone vere. Sono stati anche introdotti nuovi personaggi molto interessanti, tra cui Jacks, che ho adorato e sono davvero felice siano stati introdotti.

DESCRIZIONI: 5/5

Come in Caraval, le descrizioni sono state meravigliose e capaci di far immedesimare il lettore in ogni momento. Riguardo esse penso esattamente la stessa cosa che pensavo nella recensione di Caraval per cui non mi dilungherò.

LA MIA OPINIONE

Proprio come Caraval, Legend è un libro che va assolutamente letto. Ho già detto tutto quello che pensavo nell’introduzione e mentre parlavo dei vari aspetti per cui concludo qui questa recensione, dando a Legend un voto di 5/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: