Gli Scomparsi di Chiardiluna, Christelle Dabos – Recensione

Ho letto Fidanzati dell’Inverno più o meno a gennaio 2019 e, seriamente, non capisco come abbia fatto ad aspettare così tanto per leggerne il seguito visto il mio amore per questa tetralogia (confermata una delle mie preferite di sempre). Grazie a una lettura condivisa ho avuto modo di leggere il secondo volume a Febbraio e oggi inzierò il terzo.

Trama

Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell’arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all’interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l’inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell’indagine solo per amore di Thorn, l’uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso…

Editore: Edizioni e/o

Data di Pubblicazione: 9 Gennaio 2019

Pagine: 562

Prezzo: 16,00€

La storia ricomincia dal momento esatto in cui termina il primo libro e, per vicende e crescita dei personaggi mi ha rapita ancora di più. Veniamo subito catapultati nelle più scabrose vicende della corte e qual è il rapporto dei cortigiani con il sire Faruk andando, così, a conoscere anche questo personaggio che per tutto il tempo del primo libro era rilegato in un alone di mistero. Sono tanti i libri che mi catturano e che divoro ma questo ha avuto un effetto, su di me, ancora maggiore. Macinavo pagine su pagine ed ero più che disposta a rinunciare al sonno per sapere cosa sarebbe successo dopo. Questo anche perchè oltre alle vicende del romanzo che si concentrano su delle persone scomparse, l’autrice è stata capace di creare un alone di mistero sul libro avvicinandolo, non dico al genere thriller, ma quasi perchè la mescolanza tra intrighi, mistero e tecnologia è stata veramente unica. Descrizioni e ambientazione, ovviamente, hanno avuto un ruolo fondamentale in tutto ciò. Le descrizioni sono veramente ricchissime e senza eguali, trasmettono alla perfezione ogni ambiente, ogni scena e ogni sentimento o pensiero della protagonista. L’ambientazione, poi, unica nel suo genere. Mi aveva già meravigliata e rapita in Fidanzati dell’Inverno ma qui abbiamo avuto modo di conoscere meglio Chiardiluna e tutta la città sospesa così come abbiamo potuto visitare posti più lontani. Una grande sorpresa, però, è data soprattutto dai personaggi. Abbiamo modo di conoscere diverse persone di nuovi clan ma anche poteri di altre arche. Conosciamo meglio i protagonisti, Ofelia e Thorn, che sono tra le ship più forti nel mio cuore e che hanno avuto una crescita immensa in questo secondo libro. Ofelia ci ha mostrato di essere una forza della natura, di non farsi schiacciare da nessuno pur di proteggere chi ama o scoprire la verità. Thorn ci ha mostrato di non essere soltanto un calcolatore e un ossessivo compulsivo ma molto di più, abbiamo potuto conoscere la sua forza, la sua astuzia, la sua meraviglia e stima nei confronti di Ofelia e così anche il suo lato tenero; abbiamo, inoltre “conosciuto” una persona molto importante del suo passato e tutto ciò che lo lega a Faruk e alla lettura del suo libro.

In fine, vorrei parlarvi di tante cose che ho visto e che ho amato in questo libro ma sarebbe solo una sequenza di spoiler. Mi ha fatto provare mille emozioni e mi ha fatta piangere e innamorare, non vedo l’ora di rientrare nelle pagine scritte dalla Dabos e reincontrare i miei cucciolini. SUPER consigliato, 5 stelline.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: